guida consumatori


Prestiti senza busta paga

Richiedere un prestito personale può essere davvero molto difficile per chi non possiede un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Per tutti i precari o i disoccupati che non possono presentare una busta paga o un CUD è infatti difficile essere presi in considerazione da banche e società finanziarie. Lo stesso vale per le casalinghe.

Questo non succede quindi solo per i mutui, ma anche per prestiti di piccola entità.

Per chi non ha una busta paga ci sono altre strade che vengono comunque accettate da molte società finanziarie per concedere un prestito. Vediamo quali sono le casistiche:

  • Un garante: naturalmente se c'è un garante che si fa carico di rispondere del nostro debito in caso di insolvenza, le sue garanzie saranno anche le nostre e la banca non avrà problemi a concederci ilprestito;
  • Un immobile: iscrivere un'ipoteca su un immobile di proprietà ci apre la possibilità di ottenere prestiti anche in assenza di redditi, ma è certamente una strada molto rischiosa in considerazione della sproporzione tra la somma richiesta ed il valore di quello che si mette in gioco;
  • Un reddito derivante da un immobile: per piccoli importi le finanziarie si "accontentano" spesso di un reddito derivante da un contratto di locazione regolarmente registrato. In questo caso non si iscrive ipoteca sull'immobile e i rischi sono molto più limitati, anche se naturalmente anche la cifra ottenibile sarà più contenuta;
  • Un documento che attesti che si è studenti: molto spesso le finanziarie sono più favorevoli nei confronti di giovani studenti universitari, anche se, pure in questo caso, parliamo di importi molto esigui.

Se si ha bisogno di cifre molto basse, invece di chiedere un prestito si può usare l'escamotage di una carta di credito con cui gestire una momentanea mancanza di liquidità. Occorre però fare molta attenzione ai tassi di interesse che generalmente sono molto più alti di queli dei prestiti personali.

23 / 04 / 2012

Articolo aggiornato il

Ultimi aggiornamenti

Scrivi il tuo commento sulla pagina
'Prestiti senza busta paga '


Il tuo nome (facoltativo)

Contatti

Per contattare la redazione del sito Infoconsumatori scrivere all'indirizzo email info@infoconsumatori.com

 


Prestiti personali

Differenza tra TAN e TAEG

Cessione Quinto dello Stipendio

Prestiti Delega

Consolidamento debiti

Prestiti Inpdap

Prestiti Poste Italiane

Prestiti con rata flessibile

Prestiti senza busta paga

Prestiti a pensionati






Mutuo casa

Calcolo rata mutuo

Differenza tra mutuo e prestito

Documenti da presentare

Agevolazioni fiscali mutuo

Estinzione anticipata mutuo

Rinegoziazione mutuo

Sostituzione mutuo

Surroga mutuo

Pro e contro tasso fisso

Pro e contro tasso variabile

Come scegliere tra tasso fisso e variabile

Accollo Mutuo

Sospensione Mutuo

Mutui Inpdap

Ammortamento mutuo

Mutuo offset

Mutuo consolidamento debiti


 
www.infoconsumatori.com di L.Funari - email info@infoconsumatori.com -